ISBN 978-88-98243-37-2 € 10,00

 

 

 

 

Alla Gorbunova - La rosa dell'Angola

 

Nel mondo incantato e sospeso di Alla Gor­bunova, giovane poetessa di San Pietroburgo, già riconosciuta come una delle voci poetiche più significative della nuova generazione della poe­sia russa, vi sembra essere una costanza del di­scernimento tra preghiera e fusione col mondo, sia interno che esterno. Questa fusione, misurata alla mistica del silenzio, interviene con veemenza sulla natura e sull’essere della Gorbunova che, con impeto e disincanto, prova una sorta di “trasformazione” della materia organica in materia ritmica, cer­cando nella solennità e nel processo alchemico lo scioglimento dell’estasi, la purificazione del gesto e dell’evocazione gravida, da dove nasce questa poesia fortemente visionaria, sacrale, connessa al primordiale e al pen­siero cosmico dell’eterno ma rifuggita dal perdono umano. Il risultato è del mondo che si disabita, proprio perché, attraversandolo, la poetessa immagina la sua fibra germinare nella stessa coscienza del sovrumano, ed è ciò a cui aspirano, forse, tutti i riti del pensiero e della mediazione, una volta provati ad esprimere: e cioè di diventare un tutt’uno con l’universo ap­pena intuito, tramite l’invocazione dell’invisibile e delle forze celesti. Questo cerca, forse, di in­nescare la Gorbunova: l’invenzione della rosa, di una nuova terra aperta al mito, nella rigenera­zione del pensiero poetico.

Antonio Bux
 

 

Alla Glebovna Gorbunova è nata a Leningra­do/San Pie­troburgo nel 1985. Si è laureata in Fi­losofia presso l’Ateneo della sua città. Ora vive tra Mosca e San Pietroburgo. Ha de­buttato nel 2003 su Poetomu [Pertanto], volume curato dai poe­ti dell’università. Ha pubblicato versi su riviste (“Novyj mir”, “Deti Ra”, “Den’ i noč’”, “Zinzi­ver”, “Kreščatik”), in siti let­terari (“Polutona”, “Kamera chranenija”, “TextOnly”, “litkar­ta.ru”) e nei volumi collettanei Stichi Peterburga – 21 vek [I versi di Pietroburgo – XXI secolo] (2005), Sobranie sočinenij – poezija Peterburga [Raccolta delle opere – la poesia di Pietroburgo] (2009). Scrive saggi e articoli per riviste (“Novoe literaturnoe obozre­nie”, “Kritičeskaja massa”). È autrice anche di prose brevi. Nel 2005 è stata insignita del premio letterario “Debjut”. Ha pubblicato le raccolte poe­tiche: Pervaja ljubov’, mat’ ada [Il primo amore, ma­dre dell’inferno] (2008), Kolodeznoe vino [Il vino di pozzo] (2010), Al’pijskaja fortočka [Finestrina al­pina] (2012).  Traduzioni italiane dei suoi testi sono apparse sulla rivista “Poesia”, sul sito irisnews.net e nel volume Tutta la pienezza del mio petto (Lietocolle 2015).

 

 

 

 

 

Questo sito utilizza cookie. Continuando a navigare accetti implicitamente l'uso che facciamo dei cookie. Privacy Policy

 

© 2012 by MARCOSAYAEDIZIONI. All rights reserved.

Partita IVA 07705390966